Dietro le quinte del giornalismo d’inchiesta


Dietro le quinte del giornalismo d’inchiesta
Domani, sabato 23 febbraio, presso la sede dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, avrà luogo un incontro formativo di grande attualità. Grazie alla presenza di Sigfrido Ranucci, conduttore di Report e di Simona Cangelosi, dell’ufficio stampa Rai, si affronteranno le tematiche legate al giornalismo d’inchiesta, evidenziando tecniche, metodi e problematiche in un periodo storico contrassegnato da fake news, misinformazione, aggressioni e querele temerarie. Lo spunto di una notizia a volte non è così evidente: bisogna saper guardare tra le pieghe per capire che potrebbero esserci risvolti più interessanti di quel che sembra. Con il racconto di alcuni scoop scopriremo i dettagli che rendono il giornalista attento osservatore del mondo che lo circonda, aprendo un dibattito sulla professione del reporter oggi, con l'uso di nuovi strumenti mediatici che possano diffondere la verità in modo indipendente sulle principali criticità sociali, culturali, economiche,  ambientali e politiche.
L’evento formativo si svolgerà all’interno di una villa confiscata alla mafia, nel residence dove il boss Totò Riina trascorse l'ultimo periodo della latitanza con la sua famiglia, un bene oggi sede dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia. L’incontro, presentato in aula da Giulio Francese, presidente dell’Odg Sicilia, sarà seguito in diretta streaming anche dai colleghi di Siracusa. Per l'attribuzione dei crediti formativi sarà necessario presenziare in aula a Palermo oppure a Siracusa