Formazione, ad Agrigento omaggio al giornalista Pirandello


Formazione, ad Agrigento omaggio al giornalista Pirandello
Didascalia: Formazione, ad Agrigento omaggio al giornalista Pirandello

C’è il giornalista Pirandello al centro del corso di aggiornamento organizzato dall’Ordine dei giornalisti, tenutosi domenica presso la Casa Sanfilippo di Agrigento. A parlare del premio Nobel e del suo rapporto con il giornalismo, analizzando sia i suoi articoli, sia la figura del giornalista all’interno degli scritti  (nella foto da sinistra Lillo Firetto, Lorenzo Rosso, Zino Pecoraro, Mario Gaziano e Teresa Di Fresco). L’incontro si inserisce nell’ambito delle manifestazioni che celebrano il centocinquantesimo anniversario della nascita dello scrittore agrigentino, un anniversario che viene ricordato in svariate nazioni del mondo, dalla Germania alla Cina, da Malta al Portogallo, fino agli Stati Uniti.

 

A relazionare sul celebre scrittore, moderati dal vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia Teresa Di Fresco, tre esperti sul tema: il giornalista Mario Gaziano, direttore artistico del Pirandello stable festival 2017, Zino Pecoraro, docente di letteratura italiana negli istituti superiori, esperto di Luigi Pirandello e Lorenzo Rosso, giornalista.

 

A prendere la parola per i saluti e l’introduzione, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto: «Pirandello è uno scrittore di caratura internazionale e lo stiamo vedendo negli eventi organizzati in tutto il mondo in onore dell’anniversario della sua nascita - ha spiegato il primo cittadino della città dei templi -. Queste manifestazioni sono l’occasione di gemellaggi e di apertura della città di Agrigento verso il mondo, grazie al suo autore. Agrigento è la città di questo genio assoluto qual è Pirandello, e io vorrei che questo rapporto con il figlio illustre possa essere diverso. Ci stiamo attrezzando per organizzare tanti eventi, il clou sarà la visita del presidente della Repubblica Mattarella. Abbiamo sdoganato il rapporto tra Roma e Agrigento su Pirandello e ad ottobre ci sarà la prima mostra alle Scuderie del Quirinale, con il marchio congiunto Via Bosio e Casa Pirandello».

 

Della figura del giornalista nei romanzi di Pirandello, ha parlato il giornalista Mario Gaziano, mentre il professore Zino Pecoraro ha poi letto alcune lettere che lo scrittore scambiava con Marta Abba, in cui si parlava del giornalismo e in particolari dei giornali italiani, dei quali Pirandello diceva di diffidare.

Alan David Scifo